traspdistr-carrigetto1-1

l carri getto per la lavorazione del calcestruzzo sono di fatto benne collegate, attraverso guide rigide, a un carroponte standard.

Benne oleodinamiche

Il movimento delle benne in salita e discesa è di matrice oleodinamica. Inoltre le benne possono ruotare su sé stesse di centottanta gradi, così da proporre un pennello di getto in asse, oppure ortogonale rispetto ai casseri o cassaforme.

Tutto sotto controllo

traspdistr-carrigetto0Il controllo a comando oleodinamico si esercita anche sulla bocca di uscita del calcestruzzo: essa può essere realizzata con diverse forme, così da adattarsi perfettamente ai diversi casseri.

La movimentazione del sistema è gestita da un radiocomando “a marsupio” omologato per il controllo delle operazioni di questo tipo di apparecchiature.

Se il radiocomando è stato opportunamente abilitato dall’operatore in centrale, con esso sarà possibile anche eseguire la prenotazione della richiesta di calcestruzzo, nel quadro di un ventaglio di opzioni per formule e quantità.

Versatilità

Con il sistema a carri getto, in assenza di un sistema di distribuzione del calcestruzzo (tramite Aerovan Mono rail o Bi rail), è possibile utilizzare i carri getto stessi per la movimentazione verso il mescolatore, di carico e di ritorno, e tutto questo in modo del tutto automatizzato al punto di getto.