1966: gli inizi

Lamberto Marcantonini collabora con SIMCAS (oggi Manini Prefabbricati), una società che ha la necessità di acquistare un impianto di betonaggio per la nuova produzione di travetti precompressi con una macchina Vibrofinitrice della ROTH, una società tedesca.

Marcantonini propone ad Arnaldo Manini la progettazione e la costruzione di un Impianto di betonaggio con queste caratteristiche:

  • 4 inerti a raggiera con dosaggio volumetrico
  • 1 mescolatore planetario con skip da 0,5 mc. resi
  • 1 cemento con silo, coclea, e bilancia da 300 kg.
  • 1 dosaggio acqua con contalitri.

Così è nato il primo impianto di betonaggio per calcestruzzo semi asciutto a gestione semiautomatica.

Nel 1966 vengono realizzati altri due impianti di betonaggio:

  • un impianto con le stesse caratteristiche del primo, fornito alla Ditta Cancellotti Delfo di Pontevalleceppi di Perugia
  • un altro con tramogge inerti (3), mescolatore planetario da 0,5 mc. fornito alla Ditta Barili Silvio a Rivotorto di Assisi per l'alimentazione di una blocchiera semovente.

1967: nasce la ditta A.E.I.

Viene fondata la Ditta A.E.I. (Automazioni Elettriche Industriali) di Marcantonini Lamberto che, due anni dopo, si trasferisce presso due locali in affitto a Passaggio di Bettona.

Nel 1969 i dipendenti sono 4; vengono prodotti 3 impianti di betonaggio e 5 ampliamenti di altrettanti impianti.

1970: il primo vagonetto

Realizziamo il primo vagonetto per il trasporto del calcestruzzo, venduto alla Ditta Cancellotti Delfo.

1972-73: le prime Fiere

Nel 1972 partecipiamo, a Verona, alla prima Fiera Internazionale; nel 1973 siamo alla nostra prima Fiera all'estero, a Monaco: era marzo, il freddo terribile e la neve abbonante.

1974: al via l'innovazione

Per primi in Italia, costruiamo impianti di betonaggio con dosaggio degli inerti a volume.

1973: nasce la Marcantonini Lamberto & C.

 

e inizia la costruzione degli Uffici e del primo Capannone nell'attuale sito di Passaggio di Bettona. 

1976: i primi impianti venduti all'estero

Il primo è a Kenitra, in Marocco. Poi un altro Impianto viene venduto in Thailandia, per produrre calcestruzzo per la diga sul fiume Kwai che deve la sua fama al film "Il Ponte sul Fiume Kwai". Questo è anche il primo impianto di betonaggio a peso con celle di carico. Un terzo impianto viene venduto in Svizzera; negli anni 1978/79, poi, vendiamo sistematicamente Impianti di betonaggio all'Estero: Iran, Iraq, Marocco, Francia....

Nel 1976, le automazioni diventano da elettromeccaniche ad elettroniche.

1979-80

Si iniziano a produrre i primi Impianti di Betonaggio con controllo computerizzato con l'uso della prima CPU prodotta dalla Società ZILOG (CPU Z80). Nel frattempo realizziamo impianti in Arabia Saudita e nello Yemen.

1982

Produciamo i primi vagonetti per calcestruzzo plastico; nello stesso anno realizziamo i primi bracci rigidi per il getto dei prefabbricati.

1984

E' l'anno in cui realizziamo il primo impianto a torre: lo vendiamo a Colmar, in Francia.

1988-89: USA

Nel 1988 vendiamo i primi due impianti negli USA.

Nel 1989 realizziamo un grande impianto di betonaggio e distribuzione alla Manini di Bastia Umbra, con 8 vagonetti, 5 bracci rigidi e un carro getto zoppo.

1990: USA

Realizziamo un grande impianto di betonaggio negli USA con 3 mescolatori, 3 vagonetti a ribaltamento e un carro getto per alimentare casseri di muri prefabbricati.

1994: software

 

Per la prima volta, la gestione degli impianti di betonaggio e di distribuzione del calcestruzzo avviene tramite applicativi software sotto piattaforma Windows.

1995-2000: impianti complessi

Nel 1995 viene realizzato un impianto completo a torre con 3 mescolatori, 2 vagonetti e 4 carri getto; è anche il primo impianto con elevatore a tazze per gli inerti. Tra il 1996 e il 2000 costruiamo numerosi impianti di betonaggio complessi in Italia, Francia e Spagna.

2001: l'impianto più complesso che abbiamo mai realizzato

Costruiamo l'impianto di betonaggio e distribuzione del calcestruzzo più grande e complesso: una torre con 16 tramogge di inerti, 4 mescolatori, dosatori del colore, dosatori di fibre, 6 vagonetti, 1.000 metri di binario con scambi, 6 sistemi di getto con bracci rigidi, 2 carri getto.

Progettiamo e realizziamo anche vagonetti a 2 e 4 ruote motrici, con motori elettrici e trasmissione a cinghia dentata.

2005: l'impianto che sfida la nostra capacità progettuale

Nell'anno 2005 vendiamo la realizzazione di un impianto a torre con vagonetti in Islanda.

Una grande sfida di progettazione per una struttura da realizzare e far lavorare in condizioni climatiche estreme: vento a 220 km/h e temperature bassissime, in una zona ad alta intensità sismica.

2007: MCT Group

Nasce la società MCT Group negli Stati Uniti.

2009: mercato USA

Realizziamo vagonetti da 4 metri cubi, venduti negli USA.

Nella nostra storia...

...potresti esserci tu! Contattaci per un preventivo o se sei interessato a lavorare con noi: mail@marcantonini.com